Nuove convenzioni

A beneficio dei propri iscritti, APCO stipula accordi e convenzioni con enti e organizzazioni pubbliche o private in cui la consulenza di management si può esplicare o dei servizi di cui essa può necessitare.

Ne annunciamo tre, approvate di recente dal Consiglio Direttivo Apco, i cui dettagli sono disponibili sul sito APCO nella sezione destinata ai Soci.

  • - Accordo di collaborazione con Ashoka Italia, che fa parte della più grande rete al mondo di imprenditori sociali innovativi, guidata dall’obiettivo di accompagnare professionalmente gli imprenditori sociali verso il raggiungimento di un impatto sistemico.
  • - Protocollo d’Intesa con la Scuola Superiore di Scienze delle Amministrazioni Pubbliche dell’Università della Calabria concernente la collaborazione per attività didattica e di alta Formazione promossi e organizzati dalla Scuola su tematiche di contabilità pubblica e finanza locale.
  • - Convenzione con Flexworking, uno spazio di coworking situato nel cuore di Milano destinato a professionisti, imprenditori, businesses developer e start-up che cercano una location di prestigio dove lavorare, incontrare clienti, organizzare riunioni, workshop, corsi di formazione ed eventi. Viene applicata una scontistica riservata ai soci Apco per l’utilizzo di spazi o servizi di cui necessitano.


  • ritorna alla newsletter ok
  • Il Constantinus International Award: un'opportunità per farsi conoscere a livello internazionale

    CMC-Global (ICMCI) ha avviato dal 2011 il Constantinus International Award al fine di promuovere l'eccellenza nei servizi di Consulenza di Management in tutto il mondo.

    Questo premio, con il passare degli anni si sta sempre più caratterizzando come “Oscar della Consulenza di Management”, dove anche le “nomination” delle società di consulenza partecipanti stanno dando risalto a coloro che si candidano per l’international award.

    Ogni anno il Constantinus International Award invita Consulenti di Management provenienti da tutto il mondo a presentare progetti con caratteristiche innovative e che abbiano creato un valore importante per il cliente.

    Ciascuna associazione nazionale aderente a CMC-Global che intende partecipare, può nominare due giurati esperti internazionali nella Consulenza di Management. Tutti i progetti vengono valutati secondo criteri che prendono in considerazione prestazioni commerciali, forza strategica, qualità della consulenza/soluzione adottata, efficienza e internazionalità.

    Le associazioni nazionali partecipanti sono invitate a nominare fino a tre progetti che considerano candidabili al premio. Vi sono nazioni dove i candidati sono i vincitori dei premi nazionali di Consulenza di Management, ed altre che non prevedono premi nazionali dove coloro che intendono candidarsi presentano il loro progetto all’associazione nazionale per la valutazione interna, che deciderà se il progetto sia candidabile al premio internazionale.

    Le scadenze del Constantinus International Award per il 2018 sono:

  • Entro il 31 Maggio: presentazione delle candidature italiane ad APCO
  • Entro il 15 Luglio: selezione APCO e presentazione candidature italiane alla Giuria Internazionale
  • Dal 20 Luglio al 26 Agosto: fase di valutazione della Giuria Internazionale
  • 18 Ottobre: cerimonia di premiazione che si terrà a Milano, in occasione della CMC International Conference 2018.
  • I vincitori saranno premiati con il Constantinus Gold Medal per il vincitore, e tre Constantinus Silver Medal per i migliori classificati.

    Questa 8° edizione che si terrà a Milano rappresenta per noi Consulenti di Management Italiani una motivazione in più per provare a candidarsi, presentando un proprio progetto di consulenza portato a termine.

    La documentazione per approfondire le procedure di partecipazione è consultabile direttamente sul sito CMC-Global https://www.cmc-global.org/content/constantinus-awards mentre le informazioni per la candidatura nazionale possono essere richieste direttamente alla Segreteria APCO.

    Il settimo Constantinus International Award è stato assegnato il 5 settembre 2017 ad Astana (Kazakhstan) ed è stato vinto (Gold Medal) dal collega giapponese Yutaka Fukuyama per un Progetto di "KAIZEN" presso l'Amministrazione della Prefettura di Tottori per l'Insegnamento delle Azioni di: - Miglioramento del lavoro – Revisione dei Flussi di lavoro e - Procedure di lavoro più importanti Streamlined, mentre le tre Silver Medal sono state assegnate a colleghi di Gran Bretagna, Iran ed Austria.

    Per questa edizione 2018 vedremo finalmente società di consulenza italiane candidate al Constantinus International Award nell’anno del 50° di APCO.

    Claudio Barella – CMC
    Vicepresidente Vicario APCO


    ritorna alla newsletter ok

    Conto alla rovescia GDPR: da qui al 25 maggio 2018 cosa occorre fare per adeguarsi alla nuova privacy

    Cambia la tutela della privacy in Europa. Dal 25 maggio 2018 si attua il Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati, meglio noto come GDPR (General Data Protection Regulation), che stabilisce nuovi doveri e nuove responsabilità per i titolari e i responsabili del trattamento di dati personali.

    Occorre adeguarsi il prima possibile per arrivare preparati alla scadenza ormai imminente.

    Nel maggio del 2016, con il Regolamento Europeo 2016/679 (GDPR), è stato concepito un nuovo quadro normativo che ha cambiato le prospettive della disciplina di riferimento sulla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati.

    Il cambiamento voluto dal legislatore europeo dei testi di legge per la protezione dei dati personali si deve essenzialmente alla necessità di fornire un quadro giuridico in grado di tutelare i diritti fondamentali dei cittadini in un mondo caratterizzato da una forte evoluzione tecnologica che pone di continuo di fronte nuove minacce per la sicurezza dei dati personali. Basti pensare alla crescente diffusione degli strumenti «social», dell’Internet of Things, ovvero dei dispositivi che dialogano in rete, dei Big Data e dei trattamenti automatizzati che hanno finalità di profilazione degli utenti. Nel concepire la nuova normativa, il legislatore ha tenuto a dare risalto al ruolo strategico che le tecnologie digitali e, più in generale l’intera “società dell’informazione”, hanno per lo sviluppo economico dei Paesi dell’Unione tramite la libera circolazione dei dati in un contesto normativo omogeneo.

    Dal 25 maggio 2018 il GDPR sarà definitivamente applicabile in tutti gli stati membri dell’Unione Europea, ma, nonostante l’obbligatorietà sia ormai alle porte, molte aziende non sono ancora pronte per affrontare il complesso cambiamento che la nuova regolamentazione comporta in materia di protezione dei dati personali.

    Cosa occorre fare per adeguarsi al GDPR? Partecipa al Convegno APCO dal titolo “LA NUOVA PRIVACY: GDPR E SICUREZZA DEI DATI PERSONALI Cosa cambia per il Consulente di Management alla luce del Regolamento UE 679/2016 in materia di protezione dei dati personali che si attua dal 25 maggio 2018”, che si terrà a Milano il 12 marzo 2018 alle ore 14:30 al Centro Congressi Confcommercio di Corso Venezia 49, al termine dell’Assemblea APCO di Primavera.

    Cesara Pasini - CMC
    Presidente APCO


    ritorna alla newsletter ok

    Benvenuto ai nuovi Soci Apco

    Il Presidente, il Consiglio Direttivo e i Coordinatori di Delegazione si congratulano con Vladimiro Barocco, Giuseppe Bruni, Giuseppe Camanni e Giuseppe Cavazzana per la loro nomina a Socio CMC Emerito. Le loro brillanti carriere e l’assidua dedizione ad APCO sono un modello di riferimento per tutti noi.

    Diamo, inoltre, benvenuto ai nuovi iscritti che sono entrati a far parte di APCO nel periodo ottobre 2017 - febbraio 2018. In tutto 21, con due passaggi a Soci Qualificati. Di seguito i loro nomi.

    Soci Qualificati CMC
  • - Carolina Benaglio (Lombardia)
  • Soci Qualificati
  • - Claudia Franzoi (Veneto);
  • - Manuela Mariotti (Piemonte)
  • - Valerio Andrea Moriani (Lazio)
  • - Rubino Giuseppe (Calabria)
  • - Matteo Veronese (Lombardia)

  • Aderenti

  • - Annamaria Benzoni (Lazio);
  • - Amneris Bonaiuti (Toscana);
  • - Pietro Durante (Sicilia)
  • - Chiara Cairoli (Lazio)
  • - Anna Chiovenda (Lazio)
  • - Claudio Cocchi (Toscana)
  • - Paolo Franchi (Lombardia)
  • - Emanuele Mazzitelli (Lombardia)
  • - Patrice Pimo (Aderente - Veneto)
  • - Davide Petrucciani (Lazio)
  • - Andrea Portigliotti (Piemonte)
  • - Teodoro Razini Teodoro (Lazio)
  • - Matteo Romagnoli (Lombardia)
  • - Paolo Stradi (Friuli-Venezia Giulia)
  • - Claudio Virgili (Venezia Giulia)
  • ritorna alla newsletter ok
  • Messaggio del Presidente

    Il 2018 è l’anno del 50° di Apco e come ogni ricorrenza importante porta alla luce molti episodi che si sono succeduti nel tempo, tante tappe che sono state percorse per costruire la fisionomia della nostra Associazione, la sua unicità nel perseguire la finalità di promuovere la professione del consulente di management, oltre a darle un respiro internazionale nell’essere parte ormai da un trentennio dell’International Council of Management Consulting Institutes (ICMCI), un organismo presente oggi, come sappiamo, in 49 Paesi e denominato dal 2013 CMC-Global.

    Un più breve arco temporale, di soli cinque anni, è trascorso dalla pubblicazione della legge 4/2013 che ha rappresentato un punto di svolta nella riforma delle professioni non organizzate in ordini o collegi. Frutto di un lavoro lunghissimo, cui hanno contribuito numerosi soggetti anche molto diversi tra loro, la legge 4/2013 è oggi una realtà che tendiamo a dare per scontata. Scontata perché abbiamo acquisito dei diritti che oggi sono un dato di fatto, o scontata perché siamo rassegnati di fronte alla scarsa attenzione che il mercato e le istituzioni riservano a determinate categorie professionali? Il tema centrale, a mio avviso è quello della qualità, l’elemento essenziale che dà valore a ciò che è intangibile e a ciò che siamo stati in grado di realizzare, facendo la differenza.

    La consulenza di management è una professione che non fa clamore. È piuttosto il risultato dell’attività di consulenza che abbiamo svolto che può farlo. La qualità assume concretezza in ciò che il cliente è riuscito a realizzare grazie al nostro apporto, alla comprensione delle sue reali necessità, al parere competente che ha ricevuto, all’indirizzo utile che è stato dato quando siamo stati chiamati. Potrei procedere a lungo con l’elenco delle opere che la consulenza di management realizza ogni giorno nei vari settori e nelle molteplici funzioni delle organizzazioni nel mondo. Alcuni segnali positivi si colgono anche nel nostro Paese dove in alcuni bandi troviamo il riferimento a requisiti professionali affini alla qualificazione che Apco riconosce ai propri associati, oppure a ulteriori riforme quali l’equo compenso e le agevolazioni fiscali per la formazione.

    Desidero rivolgere un pensiero di gratitudine ai soci che hanno dato fiducia ad Apco e che auspico continuino a riporla in noi per crescere insieme attraverso nuove sfide. Ci sono alcuni assi portanti dello sviluppo che vedo per il 2018: l’attenzione che dobbiamo avere nei confronti dei giovani che si affacciano al mondo delle professioni con molti interrogativi, tanto sul loro presente quanto sul loro futuro; l’aumento della fiducia e del riconoscimento della professione della consulenza di management in quanto utile per il progresso, in particolare per le PMI nei territori; il ruolo che dobbiamo giocare nell’ambito dell’innovazione e della trasformazione digitale per l’ammodernamento del nostro Paese e di tutte le tematiche delle comunità di pratica che abbiamo attivato.

    Con l’auspicio che il 50° anniversario di Apco sia fonte di ispirazione per un rinnovato fervore culturale e spirito associativo, invio a tutti i miei più cordiali saluti.

    Cesara Pasini - CMC
    Presidente APCO


    ritorna alla newsletter ok



    News dalle Community of Practice

    Dalla Comunità di Pratiche “Professionisti dello sviluppo organizzativo e della valutazione delle performance delle PPAA”

    Seminario applicativo 
    NOVITA' E ORIENTAMENTI OPERATIVI SU LAVORO PUBBLICO E PERFORMANCE DOPO I DLGS 74 E 75 DEL 2017”

     
    Le recenti novità introdotte con i decreti legislativi attuativi della cosiddetta riforma  Madia (Dlgs 74 e 75 – 2017) hanno previsto significative modifiche sia all'impianto del Dlgs 150/2009 sia al Dlgs 165/2001.

    Cogliendo tale occasione gli esperti della Comunità di Pratiche APCO “Professionisti di Sviluppo Organizzativo e della Valutazione di Performance delle PPAA” hanno messo a punto un seminario dal taglio pratico ed operativo, finalizzato a dare orientamenti e soluzioni concrete agli addetti ai lavori ed agli interessati.

    La proposta ha riscontrato notevole interesse sia tra gli operatori delle Pubbliche Amministrazioni sia tra i colleghi APCO interessati al tema.

    Sono state programmate tre edizioni del seminario:

    - Milano – 25 settembre 2017
    - Abano Terme (PD) – 26 ottobre 2017
    - Napoli – 15 novembre 2017

    La Comunità di Pratiche negli ultimi tempi si è attivata anche in termini di rapporti istituzionali con il Dipartimento della Funzione Pubblica per far riconoscere i percorsi formativi realizzati in termini di crediti per gli iscritti all'Elenco Nazionale degli Organismi Indipendenti di Valutazione.

    Inoltre, ha consentito la partecipazione di APCO, in cordata con l'Università ROMA3, al recente avviso per la promozione di progetti sperimentali e innovativi in materia di misurazione e valutazione della performance, emanato dal Dipartimento della Funzione Pubblica.

    Bruno Susio – CMC
    Consigliere APCO e Coordinatore Community of Practice



    ritorna alla newsletter ok

    News dalle Delegazioni

    L’attività delle Delegazioni è la linfa vitale per la diffusione della conoscenza delle nostre pratiche professionali e per lo sviluppo dell’Associazione.

    Trasmettiamo il messaggio del Socio Giovanni Chiarello, neo nominato Coordinatore delle Delegazioni.


    Carissimi Soci,

    non posso che sentirmi onorato dell’incarico di Coordinatore delle Delegazioni Territoriali che mi è stato proposto, e desidero ringraziare la Presidente Cesara Pasini ed ogni singolo componente del Consiglio Direttivo per la fiducia in bianco che mi hanno accordato.

    Pur consapevole del grande lavoro e dei momenti di intenso confronto che mi attendono, sono al contempo sicuro che, grazie all’insostituibile collaborazione e contributo di ogni Coordinatore di delegazione e di ogni socio coinvolto, potremo impostare un metodo di lavoro che ci porterà ad individuare ed attuare tutte le possibili sinergie, in grado di dare una vigorosa accelerata al piano di sviluppo della nostra Associazione e la visibilità territoriale e nazionale che merita.  

    Come ben sapete, purtroppo anche APCO, come molte altre Associazioni, soffre di un trend negativo nel numero di iscritti, che bisogna assolutamente ed immediatamente invertire. 

    Commetteremmo, però, un errore imperdonabile se addossassimo esclusivamente tale decrescita a fattori esogeni e non governabili, perché questo significherebbe non attrezzarsi adeguatamente e per tempo degli anticorpi necessari a combattere questa grave forma di anemia associativa.

    Reputo, invece, che sia fondamentale domandarsi se, all’origine della riduzione del numero di iscritti e di attrattività di potenziali nuovi Soci, non vi siano anche fattori interni e governabili, quali:

    difficoltà di proporre strumenti innovativi per la crescita professionale e personale degli associati;
    scarsa attrattività nei confronti di professionalità esterne;
    scarsa visibilità dell’Associazione a livello di territori periferici;
    asimmetrie informative tra Organi centrali e Delegazioni; 
    inadeguato valore percepito delle attività proposte;
    eccessiva onerosità per Delegazioni e Soci di prendere parte attivamente alla vita sociale ed ai momenti di formazione e        qualificazione professionale.   

    Occorrono, a mio modesto parere, azioni disruptive, che facciano magari abbandonare la nostra zona di confort, ma che consentano però di ridare prospettivamente alla nostra Associazione il prestigio ed il ruolo che merita: essere il luogo in cui “si creano e nascono” le buone pratiche della Consulenza di Management in Italia.   

    Ritengo, pertanto, che APCO abbia urgente bisogno, oggi più che mai, di mettere in atto politiche in grado di garantire:

    visibilità territoriale
    vicinanza alle delegazioni ed ai soci
    inclusività associativa
    eccellenza ed avanguardia delle proposte formative
    valore percepito dai Soci
    anticipazione delle nuove frontiere della consulenza di management.

    Oggi più che mai, un ruolo fondamentale è giocato  da un costante, veloce e ben strutturato scambio di informazioni e di idee e, per tale motivo, il mio operato si concentrerà su un modello di lavoro che tenderà a definire e privilegiare le modalità di comunicazione da/verso le Delegazioni e Consiglio Direttivo, a valorizzare le istanze provenienti dalle Delegazioni e la programmazione delle loro attività periodiche, a promuovere e stimolare lo scambio di best practice, la collaborazione tra delegazioni, l’allargamento della base associativa.

    Sono, ovviamente, aperto ad ogni forma di integrazione e miglioramento del programma proposto e sempre disponibile ad ascoltare tutti i coordinatori, per concordare insieme ulteriori proposte.

    Mi auspico vivamente, in tal senso, di poter contare costantemente sullo sprone di ognuno di voi per operare nel migliore dei modi.

    Giovanni Chiarello - CMC
    Vice Presidente e Coordinatore delle Delegazioni Territoriali APCOù



    ritorna alla newsletter ok

    Il Constantinus International Award: un'opportunità per farsi conoscere a livello internazionale

    CMC-Global (ICMCI) ha avviato dal 2011 il Constantinus International Award al fine di promuovere l'eccellenza nei servizi di Consulenza di Management in tutto il mondo.

    Ogni anno il Constantinus International Award invita Consulenti di Management provenienti da tutto il mondo a presentare progetti con caratteristiche innovative e che abbiano creato un valore importante per il cliente.

    Ogni associazione nazionale aderente a CMC-Global che intende partecipare, può nominare due giurati esperti internazionali nella Consulenza di Management. Tutti i progetti vengono valutati secondo criteri che prendono in considerazione prestazioni commerciali, forza strategica, qualità della consulenza/soluzione adottata, efficienza e internazionalità.

    Le associazioni nazionali partecipanti sono invitate a nominare fino a tre progetti che considerano candidabili al premio. Vi sono nazioni dove i candidati sono i vincitori dei premi nazionali di Consulenza di Management, ed altre che non prevedono premi nazionali dove coloro che intendono candidarsi presentano il loro progetto all’associazione nazionale per la valutazione interna, che deciderà se il progetto sia candidabile al premio internazionale.

    Generalmente tra Aprile e Giugno vengono ricevute le candidature, valutate quindi in Luglio da una specifica giuria internazionale, al fine di arrivare alla lista dei vincitori che saranno premiati nel corso della      CMC–Global International Conference in autunno, con il Constantinus Gold Medal per il vincitore e tre Constantinus Silver Medal per i migliori classificati.

    Il settimo Constantinus International Award è stato assegnato il 5 settembre scorso ad Astana (Kazakhstan) ed è stato vinto (Gold Medal) dal collega giapponese Yutaka Fukuyama per un Progetto di "KAIZEN" presso l'Amministrazione della Prefettura di Tottori per l'Insegnamento delle Azioni di: - Miglioramento del lavoro – Revisione dei Flussi di lavoro e - Procedure di lavoro più importanti Streamlined, mentre le tre Silver Medal sono state assegnate a colleghi di Gran Bretagna, Iran ed Austria.

    La prossima 8° edizione del Constantinus International Award sarà nel 2018, e la serata di premiazione si terrà in Italia ad Ottobre nell’ambito della International Conference CMC–Global a Milano dal 16 al 19 Ottobre, una motivazione in più per i Consulenti di Management Italiani per provare a candidarsi.

    La documentazione per approfondire le procedure di partecipazione è consultabile direttamente sul sito CMC-Global https://www.cmc-global.org/content/constantinus-awards mentre informazioni per la candidatura nazionale possono essere richieste direttamente alla Segreteria APCO.

    Claudio Barella – CMC
    Vicepresidente APCO



    ritorna alla newsletter ok

    Benvenuto ai nuovi Soci APCO

    Il Presidente, il Consiglio Direttivo e i Coordinatori di Delegazione si congratulano con Toni Brunello – CMC per la sua nomina a Socio Emerito CMC, avvenuta lo scorso aprile. Una brillante carriera che è fonte di ispirazione per tutti coloro che esercitano la professione di consulente di management, ponendosi ambiziosi traguardi di successo per i propri clienti.  

    Diamo, inoltre, benvenuto ai nuovi Soci che sono entrati a far parte di APCO nel periodo luglio-settembre 2017. In tutto 21. Di seguito i loro nomi.

    Soci Qualificati CMC
    - Stefania Garrone (Sicilia)
    - Damiano Zornetta (Veneto)

    Soci Qualificati
    - Marco Arcuri (Lazio)
    - Paolo Ferrarese (Veneto)
    - Mauro Sina (Veneto)

    Soci Aderenti
    - Luigi Baldini (Toscana)
    - Claudio Bocchetti (Lazio)
    - Alessandro Boni (Toscana)
    - Alessandro Brunetti (Toscana)
    - Giuseppe Careri (Emilia Romagna)
    - Alfredo Fagotti (Toscana)
    - Francesco Gerbino (Lazio)
    - Massimo Giannozzi (Toscana)
    - Carlotta Le Noci (Toscana)
    - Priscilla Lezoche (Lazio)
    - Luca Ludovico (Lombardia)
    - Stefano Madile (Friuli Venezia-Giulia)
    - Paolo Matteini (Toscana)
    - Maurizio Potente (Lazio) 
    - Bruno Stucchi (Toscana)
    - Andrea Travaglini Sabbatini (Lombardia)



    ritorna alla newsletter ok

    Messaggio del Presidente

    Desidero annunciare che il nostro Istituto è stato scelto dal Board of Directors di ICMCI, l’International Council of Management Consultants Institutes, per ospitare l’Annual Meeting of Delegates 2018 e la sesta edizione della CMC International Conference. Questa importante manifestazione internazionale, che si è tenuta lo scorso anno a Toronto (Canada) e quest’anno ad Astana (Kazakistan), si svolgerà nel 2018 a Milano dal 16 al 19 ottobre, anno in cui si celebrerà il 50° anniversario di APCO.

    I rappresentanti dei cinquanta istituti membri di ICMCI si danno appuntamento ogni anno per trattare dei temi istituzionali della consulenza di management e promuovere lo scambio culturale e il networking professionale internazionale.

    La CMC International Conference, concepita per essere l’evento mondiale sulla consulenza di management, è rivolta non solo ai rappresentanti degli Istituti che partecipano all’Annual Meeting, bensì al pubblico di tutte le parti interessate al nostro ambito professionale. Avrà luogo dal 18 al 19 ottobre 2018 con il titolo 
    “MAKING A SUSTAINABLE WORLD”
    How creative thinking and disruptive innovation shape our future

    Il contesto in cui ci troviamo ad operare è caratterizzato da sfide sempre più impegnative in cui la creatività e l’innovazione fanno da volano per la tenuta delle economie e per la conformazione di un futuro sostenibile. Su questi temi verterà il dibattito internazionale che animerà la CMC International Conference di Milano.

    Per saperne di più consultare il sito di CMC-Global/ICMCI, dove è dato l’annuncio della manifestazione ed è possibile vedere il video promozionale e la presentazione effettuata ad Astana, al termine della CMC International Conference 2017, col passaggio dello stendardo ICMCI al nostro Paese: 

    https://www.cmc-global.org/content/2018-icmci-annual-meeting-delegates-cmc-international-conference-0

    I colleghi stranieri hanno espresso grandi aspettative nei nostri confronti e questo mi dà lo spunto per invitarvi già da adesso ad inserire nelle vostre agende la CMC International Conference 2018 a Milano, un’occasione importante per far conoscere ancor più da vicino la consulenza di management ai nostri clienti e al nostro sistema di relazioni. 

    Cesara Pasini – CMC
    Presidente APCO



    ritorna alla newsletter ok